INNOVARE: SCELTA O CONDIZIONE NECESSARIA?

di WorkGroup

Innovazione, digitalizzazione e relazione con il Cliente, sono questi i temi di cui si sente spesso parlare e che stanno facendo emergere nuovi scenari e nuovi modelli di business.

La quarta rivoluzione industriale sta avendo un forte impatto su tutti i settori tra cui quello della ristorazione che, insieme al turismo ed al made in Italy, si afferma come traino dell’economia italiana.  La rapida evoluzione delle abitudini dei consumatori e le nuove opportunità aperte dai canali online, hanno fatto in modo che la capacità di rispondere ai nuovi trend in termini di servizi e di prodotti sia sempre più distintiva di una realtà commerciale moderna e competitiva, che ben si differenzia sul proprio mercato di riferimento.

INNOVARE: SCELTA O CONDIZIONE NECESSARIA?

Molti sono i ristoratori che si domandano se, innanzi a questi nuovi scenari, innovare sia una scelta o una condizione necessaria alla crescita della propria attività. Innovare, non vuol dire solo adottare nuove tecnologie ma vuol dire ripensare in maniera innovativa ai processi gestionali ed operativi del proprio ristorante in modo da venire incontro alle esigenze di clienti sempre più esigenti facendo acquisire valore ai propri servizi ed alla propria offerta e consentendo, inoltre, alla propria attività di emergere per efficienza e qualità.

La ristorazione del futuro non darà più solo rilievo all’esperienza sensoriale del food ed alla qualità delle materie prime, ma sarà sempre più connessa all’esperienze che il Cliente vive all’interno del locale, in cui il digitale giocherà un ruolo fondamentale. Dalla raccolta delle prenotazione ai tavoli alla gestione delle recensioni dei clienti, dal processo di ordinazione ai moderni sistemi di mobile payment: oggi, grazie all’utilizzo di software dedicati, i professionisti della ristorazione possono ottimizzare la gestione dei processi e delle relazioni con Clienti e fornitori legate alla loro attività.

Un aspetto caratterizzante le nuove realtà digitali della ristorazione è la raccolta e lo scambio di informazioni relative ai propri clienti. L’adozione di dispositivi interattivi come menu touch, dispositivi digitali per la raccolta delle comande e sistemi di rilevazione dei feedback ai tavoli, permette non solo di conoscere in ogni momento i bisogni e le abitudini di consumo della propria clientela ma consente di adeguare la propria offerta alle reali esigenze accrescendo la qualità dei servizi offerti e distinguendosi in un mercato ogni giorno più competitivo.

DISTINGUERSI ED ESSERE RICORDATI

La tavola si conferma il luogo preferito dalle persone per incontrare amici, parenti e per scambiare informazioni di lavoro con i colleghi. Ciò che è determinante nella scelta del ristorante ideale oggi, non è più solo l’alta qualità del food e delle materie prime ma è la capacità di far vivere al cliente un’esperienza coinvolgente data dall’insieme di fattori quali l’originalità dell’ambiente e l’erogazione di un servizio impeccabile grazie all’ausilio di sistemi innovativi ed interattivi.

DA DOVE COMINCIARE IL PROCESSO DI INNOVAZIONE?

Grazie alla manovra economica pensata per favorire la trasformazione digitale delle imprese italiane è possibile accedere agli incentivi fiscali previsti da Industria 4.0 per l’acquisto di strumenti e materiali digitali. È necessario ricordare però che intraprendere un processo di innovazione da solo non basta ma deve essere inserito all’interno di una strategia più ampia di cui facciano parte i processi, la tecnologia e le persone. Una grande opportunità infatti è data anche dai fondi interprofessionali destinati alla formazione dei collaboratori. Qualità delle materie prime, originalità del concept e la capacità di fornire un’elevata customer experience attraverso servizi innovativi: sono questi gli ingredienti alla base del processo di innovazione che sta coinvolgendo il mondo della ristorazione.